Pranoterapia per ansia e depressione: è realmente utile?

Soffri di ansia o depressione? Hai sentito che la pranoterapia può esserti di aiuto? È davvero così? Scopriamolo in questo articolo.

Secondo GQ Italia circa 3 milioni di persone soffrono di depressione in Italia, sicuramente l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 non ha facilitato le cose anzi le ha decisamente aggravate.

Quando si tratta di malattie come la depressione o altre malattie mentali c’è sempre una buona parte della popolazione che tende a sminuirle perché esse non presentano sintomi visibili di malessere che gli altri possono vedere e questo le fa ritenere meno importanti rispetto ad altri tipi di patologie. In realtà però la depressione o l’ansia sono problematiche invalidanti soprattutto per chi le vive, questo perché impediscono alle persone di poter avere una vita normale.

Ad esempio l’ansia condiziona il modo di vivere di una persona facendo si che essa si crei degli schemi errati e delle “gabbie” mentali dal quale è difficile uscire.

La depressione crea uno stato d’animo differente da persona a persona, ma sicuramente include rabbia repressa, bassa autostima, carenza di motivazione, e molti altri segnali e sintomi che impediscono alla persona di vivere una vita normale. Generalmente chi soffre di ansia e depressione si isola dal mondo perché non si sente capito e non vede soluzioni esterne.

E allora che fare? C’è chi sceglie di iniziare un percorso di terapia con uno psicologo o uno psicoterapeuta e chi invece punta alle nuove discipline olistiche come la pranoterapia.

Depressione e pranoterapia

Negli ultimi anni si è fatta particolare luce sulle patologie mentali, sono in molti adesso a parlarne e sono in molti a promuovere soluzioni differenti. Fino a poco tempo fa parlare di depressione era un tabù per molti, di fatti professionisti come lo psicologo non erano ben visti dalla società e venivano relegati ai “medici per pazzi”, oggi fortunatamente le cose stanno cambiando e si da particolare attenzione a questo tempo e più valore ai professionisti che trattano tali patologie.

La depressione è una malattia invalidante che non rende la vita facile a chi la deve affrontare. Ecco perché è importante agire tempestivamente e agire nel modo giusto.

Se da una parte come abbiamo visto ci sono le terapie classiche della medicina riconosciuta dall’altra si fanno spazio le discipline olistiche che rappresentano un valido aiuto anche in questi casi. Secondo alcuni studi statunitensi c’è un reale beneficio nel trattare patologie come la depressione con le discipline olistiche tra cui rientra anche la pranoterapia.

La pranoterapia è una disciplina olistica che vede il professionista, pranoterapeuta, applicare delle tecniche specifiche per il ripristino energetico di un individuo. Secondo infatti chi pratica questa disciplina ogni individuo ha un’energia vitale che influisce sul funzionamento dell’organismo, quando questa energia vitale (che la medicina normale identifica spesso sotto la forma di sistema immunitario) viene compromessa il corpo tende ad ammalarsi più facilmente, compaiono diverse patologie, le persone si ammalano e possono comparire anche malattie mentali come appunto la depressione.

A cambiare lo status dell’energia vitale di una persona possono essere vari fattori come ad esempio una vita troppo stressante, un trauma, un avvenimento che ha segnato una persona, ect.

Il pranoterapeuta si occupa perciò di ripristinare tali equilibri al fine che una persona possa stare meglio anche mentalmente.

Ripristino dei blocchi energetici

Il ripristino dei blocchi energetici è uno dei passaggi fondamentali della pranoterapia. Secondo alcuni pranoterapeuti un trauma può causare un blocco energetico all’interno della persona oppure i blocchi possono manifestare per altre differenti motivazioni. Questi blocchi energetici impediscono il fluire normale dell’energia vitale creando un disequilibrio. La manifestazione di questi blocchi energetici avviene con lo sviluppo di alcuni sintomi ad esempio mal di stomaco frequente, mal di testa, e altri sintomi legati all’organismo.

Il pranoterapeuta è un professionista di questa disciplina olistica ma è anche una persona che per alcuni versi ha ricevuto un dono, questo perché è una persona che ha un’energia vitale superiore ai livelli standard e può quindi usare la sua energia vitale per sbloccare l’energia di un altro individuo, ripristinarne l’equilibrio, donarla quando un individuo ne è carente. Il tutto avviene posizionando le mani sopra la parte dolente o che necessita di trattamento, senza toccare la persona ma lasciando fluire la propria energia verso l’altro.

La pranoterapia può realmente migliorare il nostro status mentale?

La risposta è si la pranoterapia può realmente migliorare il nostro status mentale. Attualmente non c’è uno studio specifico che possa indentificare i benefici che porta questa terapia all’individuo, in molti asseriscono che i benefici riscontrati dai clienti che si sottopongono alla terapia siano dovuti ad un effetto placebo ossia una sorta di potere della suggestione da parte del pranoterapeuta.

Sicuramente però sono numerose le persone che nel mondo scelgono di utilizzare questa terapia e di beneficiarne. Ciò che infatti sembra innescare maggiormente è una forza di auto guarigione che porta l’individuo a trovare gli strumenti che da solo gli permettono di guarire.

Forza di auto guarigione

La forza di auto guarigione è qualcosa che possediamo tutti quanti che a volte però si attenua impedendo al sistema immunitario di svolgere correttamente il proprio lavoro.

Questo fa si che una persona tenda ad ammalarsi più facilmente e sia più soggetta a diverse patologie. Di fatti quando la forza di auto guarigione si abbassa si va a creare una sorta di vibrazione negativa che permette alle malattie di accedere in disturbate nel corpo.

Il pranoterapeuta allora assiste le persone indirizzando la sua energia vitale nelle zone che ne hanno bisogno, creando uno sblocco emozionale che permette di ristabilire l’equilibrio vitale energetico e di conseguenza di riattivare la forza di auto guarigione. Il corpo a questo punto torna funzionante e mette in moto tutti i mezzi che dispone per guarire da una o più patologie.

Questo vale soprattutto per le patologie mentali come la depressione. Quindi si la pranoterapia può essere un aiuto per un individuo che soffre di ansia e depressione.